GLI ITALIANI NON RICEVERANNO RISPOSTE AI PROBLEMI DALLA PROPAGANDA

«Altro che “prima gli italiani”, da settimane non si parla più di cose da fare ma solo di individuare i nemici del popolo». Questo il commento del senatore Franco Mirabelli, vicepresidente del Gruppo PD al Senato, alle vicende di questi giorni. «Certo, è più facile che governare facendo cose utili e i conti con la realtà, ma così alla fine si utilizzano in modo odioso i problemi concreti e le sofferenze di una parte degli italiani per avere facile consenso e potere. Tutto ciò che sta facendo il governo viene spiegato e giustificato con “prima gli italiani” – ha proseguito Mirabelli. - Si viola qualunque norma di diritto e di buonsenso sequestrando 150 immigrati su una nave della Guardia Costiera in nome degli italiani che non hanno da mangiare; si mette in discussione il rilancio di ILVA e il risanamento ambientale per Taranto in nome della difesa del popolo contro i poteri forti e ora si mina l’Unione europea, illudendo che questo ci faccia risparmiare miliardi da mettere a disposizione dei più deboli. Così ogni giorno Salvini e Di Maio spiegano quali sono i nemici ma mai come lasciare 150 disperati in mare o abbandonare l’odiata, per loro, Europa possa servire a migliorare la vita degli italiani soprattutto di chi ha più bisogno. La sfida oltre alla difesa della democrazia e dello Stato di diritto per noi è dimostrare che gli italiani, soprattutto chi è più in difficoltà, dalla propaganda non riceveranno risposte ai problemi ma certamente nuovi guai e, al massimo, potranno scaricare rabbia e rancore su chi sta peggio di loro». Ha così concluso il senatore PD.

Diana Comari

Collaboratrice sen. Franco Mirabelli

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni