IL PRESIDENTE BESTETTI SFIDUCIATO DALLA SUA STESSA MAGGIORANZA

"La discussione sulla mozione di sfiducia indirizzata al Presidente del Municipio 7 Marco Bestetti, sottoscritta da 15 consiglieri (di cui 3 eletti con la maggioranza di centrodestra), non ha potuto svolgersi, non essendo presente il numero legale necessario per considerare valida la seduta di Consiglio. 
Prendiamo dunque atto che la maggioranza del Municipio 7, già da tempo in affanno dopo la fuoriuscita di diversi suoi componenti in dissenso con il Presidente, non sia in grado di garantire i numeri necessari neppure nella seduta in cui si discute la sfiducia nei confronti del suo stesso Presidente, confermandosi fortemente divisa al suo interno. 
Si chiude nel modo più indegno una consiliatura che lascia in eredità le molte opportunità perse e i risultati, purtroppo tangibili, delle scelte sbagliate del Presidente di Municipio. 
L'istituzione dei Municipi poteva essere l'occasione per riorganizzare le attività sportive e culturali, valorizzando maggiormente le specificità del territorio. Nel Municipio 7 non è andata così, con due degli impianti sportivi a gestione municipale ormai da tempo abbandonati e in preda al degrado.
Non pervenuta nemmeno la cultura: la Commissione che avrebbe dovuto occuparsene è stata tra quelle che ha lavorato meno, né dalla Giunta sono arrivate proposte per promuovere la cultura che non fossero l'organizzazione di eventi ricorrenti o il sostegno a iniziative del Comune centrale.
Allo stesso modo, si è persa l'opportunità di arricchire il quartiere di Baggio con nuovi servizi per la collettività. Con il benestare del Presidente, al posto della ex scuola di via Cabella sorgerà infatti l'ennesimo supermercato.
Il Municipio ha avuto altresì l'occasione di fare sentire la propria voce sul piano di investimenti del Comune per il Parco delle Cave, ma anche in questo caso l'opportunità non è stata colta, approvando la dispersione in mille rivoli delle risorse a disposizione, senza nessuna sostanziale modificazione del sistema di gestione del Parco.
Il Presidente si è invece mostrato particolarmente pronto e tempestivo nel cogliere le opportunità per intestarsi meriti non propri. Così è stato per il potenziamento del Poliambulatorio di via Masaniello, mentre nessuna parola è stata spesa quando la Regione amministrata dalla sua parte politica decideva per la chiusura del Poliambulatorio di via Saint Bon. 
Di fronte al fallimento politico e istituzionale del Presidente e della sua maggioranza, non resta che augurarsi che le prossime elezioni possano portare una svolta. Il Municipio 7 e i suoi cittadini meritano di più. 
Così in un comunicato congiunto i gruppi consiliari del Municipio 7 Partito Democratico e lista civica Noi, Milano.
Antonella Tauro
Ufficio stampa PD Milano

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni