MILANO TUTELERA' FASCE DEBOLI, PER DESTRA EFFICIENZA TRASPORTO PUBBLICO NON È PRIORITA'

"Il servizio, la frequenza, l'apertura di nuove linee metropolitane, la flotta elettrica, l'innovazione nelle modalità di pagamento. Tutto ciò fa dei trasporti a Milano un'eccellenza  riconosciuta a livello internazionale; ma è evidente che questo non basta: bisogna pensare al  futuro, e credo che i milanesi preferiscano pagare una tariffa giusta per un servizio che migliora quotidianamente. Lo stesso non si può dire di Trenord che, invece, versa  in una situazione drammatica e, in quel caso, sono certo che le migliaia di pendolari - che ogni giorno soffrono le carenze di una società lasciata allo sbando da Regione Lombardia - sarebbero felici di pagare qualche euro in più per un servizio sicuro, efficace, simile a quello che eroga ATM ogni giorno.  
La maggioranza a guida PD che governa Milano troverà le formule migliori per rendere meno dispendioso possibile il servizio alle fasce più fragili della popolazione e agli utenti abituali, individuare nuove formule tariffarie e per avviare l'ineludibile ricerca di una tariffazione unica per la Grande Milano. 
L'ultimo governo PD non ha tagliato i fondi ai trasporti locali, anzi il Fondo nazionale è stato aumentato proprio dal Ministro Delrio, anche se la ripartizione storica non premia le realtà (come ad esempio Milano) che hanno investito di più nel trasporto pubblico. 
Regione Lombardia ha invece tagliato, in più occasioni, le risorse messe a disposizione per le agenzie; per la destra garantire sicurezza ed efficienza nel trasporto pubblico non è chiaramente una priorità".
Intervento del segretario metropolitano del PD, Pietro Bussolati nel dibattito sull'aumento dei biglietti ATM.

 

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni