16/10/1929

Di Fernando Pessoa
A cura di Antonio Cardiello

Cosa posso dare al tuo destino? Nulla.

Del resto non sono fatto per dare.

Ti ho incontrato lungo la curva di una strada

e ho dimenticato sia la curva sia il luogo.


Se comandassi a casa mia,  

conosceresti l’ora d’arrivo,

non tutto aderisce, come il pavimento, alla strada

e non c’è altro da vedere o cercare.


Assolutamente consapevole di tutto ciò,

il giudizio umano che mi accompagna

non scopre la visione del mio consistere,


e tra visioni, per l’appunto, la gloria sfila

come l’ultima nostalgia del giorno

e come l’ultimo sogno, l’ultima disgrazia.