Il bibliofilo, 29/12/1911

Di Fernando Pessoa
A cura di Antonio Cardiello

O ambizioni!... Come avrei voluto essere

un povero bibliofilo bloccato

su un’eterna pagina aperta

senza più la coscienza di vivere.


La primavera potrebbe rinverdire

e io sempre ricurvo sul libro

sorriderei per un peccato arcaico

di una comune ragazza medievale.


La vita non perderebbe né otterrebbe

nulla a causa mia, nessun mio gesto aggiungerebbe 

altro al suo Amore profondo.


E mi ritroverei a leggere, la fronte contro la luce accesa,

senza desiderare essere nulla come la bellezza