ALCUNE CRITICHE SUL GOVERNO

Salvini e Toti sono scettici

“Leggevo che Luigi Di Maio potrebbe fare il ministro degli Esteri. Ma come si fa? Come si fa a passare da un ministero con 150 crisi aziendali aperte agli Esteri nel giro di un mese?” ha dichiarato Matteo Salvini ai microfoni di Agorà, su Rai 3, questa mattina.
Su Twitter ha poi aggiunto “5 Stelle, dalla rivoluzione alla casta in ammucchiata col Pd. Giustizia, lavoro, tasse, immigrazione. Non sono d’accordo su nulla, eccetto che su una cosa: sfuggire a tutti i costi dal giudizio degli elettori. Che arriverà”.

A quelle del segretario della Lega hanno fatto eco le dichiarazioni del presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti: “Aspetto con ansia, ma soprattutto con preoccupazione, di vedere quali risposte al Paese potrà dare un Governo le cui parti politiche la vedono all’opposto su tutto, a partire dalla Gronda di Ponente, le grandi opere più in generale, l’industria, la sanità tra no vax e legge Lorenzin, l’economia tra lavoro e reddito di cittadinanza”.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni