NON AUMENTARE LE TASSE

Ma -chiede Renzi- attuare le misure previste dalla manovra economica

Il fondatore di Italia Viva Matteo Renzi in un’intervista al Messaggero ha dichiarato: “C’è da evitare l’aumento dell’Iva, da combattere l’evasione, da investire sull’ambiente ma senza aumentare le tasse: parliamo di cose serie, nessuno viva di paure. Questa legislatura arriverà al 2023 e questo governo deve sfruttare la tranquillità dei mercati e dell’Europa”.
Il premier Conte nel suo intervento ad Atreju aveva dimostrato interesse verso la proposta di Fioramonti di tassare merendine, bibite gassate e voli internazionali.

Matteo Renzi ha parlato così della nascita del governo Conte 2: “Se non ci fossimo schierati noi questo governo non sarebbe mai nato e Conte oggi farebbe altro“. Sulla sua vicinanza al Pd, Renzi ha risposto: “Io sono quello dei diritti civili, del terzo settore, della legge sul dopo di noi, degli 80 euro al ceto medio, dell’abbassamento delle tasse, della fatturazione elettronica, di Industria 4.0, della cooperazione internazionale, dell’euro in cultura-euro in sicurezza. Per me parlano i fatti”.
Renzi ha poi aggiunto: “Mandato a casa Salvini e portato il Pd al governo, dovevamo fare chiarezza in casa nostra. Italia Viva non è un’operazione di palazzo. Certo: ci sono una quarantina di parlamentari. Ma ci sono soprattutto migliaia di persone che stanno riscoprendo il gusto di fare politica. C’è un entusiasmo simile a quello del 2012 quando partimmo in giro per l’Italia. Per questo non parteciperemo alle elezioni regionali: vogliamo strutturarci partendo dal basso, non dagli eletti.  Italia Viva sarà una cosa totalmente nuova. Alla Leopolda partirà il tesseramento. Ma sarà possibile solo online così eviteremo i signori delle tessere che infestano il Pd in alcune realtà geografiche. E soprattutto per ogni tessera pianteremo un albero. Un albero vero”.