"STOP VIOLENCE - RUN TOGETHER", UNA CORSA PER DIRE NO ALLA VIOLENZA

VARTA, l’azienda tedesca leader nell’energia portatile, l’associazione Women In Run con ActionAid Italia e la piattaforma di raccolta fondi www.retedeldono.it uniscono le forze per sostenere il progetto “Stop violence- Run Together”, una corsa per fermare la violenza sulle donne, organizzata proprio dal gruppo di allenamento femminile Women In Run che si terrà sabato 17 novembre al Parco Sempione. La gara è aperta  a tutti, anche agli uomini e inizierà alle 10.00 da Viale Malta angolo Viale Goethe. La gara prevede tre percorsi per tre passi diversi  della durata di 45 minuti. Uno dedicato a chi cammina e due a chi corre.  Ogni percorso sarà guidato da 2 WIRPacer e 4 WIRangels, membri di Women In Run che supporteranno il gruppo.

Per partecipare basta fare una donazione sul sito della Rete del Dono. Tutto il ricavato verrà devoluto al progetto ActionAid Italia “Donne: identità al lavoro”, che aiuta l’inserimento femminile nel mondo del lavoro e offre la possibilità di mettersi in gioco e scoprire nuove competenze con un percorso formativo e di tirocinio. I primi 150 partecipanti che si presentano allo stand troveranno nel pacco gara Safety Alarm Light, un portachiavi speciale sviluppato da Varta per la sicurezza femminile. Il dispositivo è dotato di un allarme da 100 dB da attivare in caso di pericolo per attirare l’attenzione e di una luce LED che raggiunge i 18 metri di distanza. Il pratico portachiavi permette alle donne di sentirsi al sicuro e portarlo con sé sempre, anche quando praticano sport, corrono da sole o rientrano a casa la sera tardi.

Lo sport così si avvicina all’universo femminile per difendere le donne, incoraggiarle a sentirsi libere e indipendenti, senza paura, a superare quella vergogna e senso di colpa che chi è vittima di violenza fisica o psicologica prova per far prevalere un sentimento di rivalsa, di lotta come ha testimoniato la presidente di Women In Run, Jennifer Isella, anch’essa vittima di violenza ma che grazie alla corsa è riuscita a vincere la sua battaglia ma anche la sua guerra, quella di fare outing, di dire, di raccontare, di condividere la sua storia credendo nel potere curativo della parola.

 Giusi De Roma


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni