Quando arriva una serenità che mi sgomenta

Federica Gullotta

Quando arriva una serenità che mi sgomenta,

                                                    [molto dura

valutando la sua misura infinita e senza scampo


ponendo a priori unità di misura accettabili per

                                                    [tutti

un superiore comune diciamo

un dio chiamato finalmente a fare il suo lavoro

(non bello come dovrebbe essere e come si è

                                                    [fatto ritrarre

fino ad ora)


la natura che amo mi prende per il culo;

è gelata;

se ne va in un posto molto isolato

e forse le capita il peggio


il giardino è nero e alto

la luna è forte

è facile, non voglio andare

la vista è mortale

e quello che c’è sotto