CALO DI CONTAGI DA CORONAVIRUS

Ma per l'Oms: Ogni scenario resta aperto

Gli ultimi aggiornamenti sul coronavirus analizzati dall’Oms hanno fatto emergere un calo di nuovi contagi che va interpretato con molta cautela perché può cambiare: è presto per dire se questo andamento in calo continuerà. Sono parole del direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus, riportate dall’Ansa.
Nel corso del briefing a Ginevra sulla situazione coronavirus, il direttore ha sottolineato: “Registriamo un numero relativamente basso di contagi tra i bambini. Dobbiamo capirne il motivo”.
Tuttavia, questo il calo di contagi non rappresenta un motivo per sottovalutare l’ emergenza, e anzi, ha ribadito: “Abbiamo bisogno di risorse ora per garantire che i Paesi siano preparati. Non sappiamo per quanto tempo questa finestra di opportunità rimarrà aperta. Non dobbiamo sprecarlo”.
L’Oms ha lanciato una richiesta di 675 milioni di dollari per supportare i Paesi a prepararsi ad affrontare l’emergenza coronavirus, che nel frattempo si è diffusa in 25 nazioni.
Nel frattempo, un funzionario del ministero cinese delle Scienze e della Tecnologia ha annunciato che la terapia a base di plasma sanguigno ha dato i suoi frutti: uno dei pazienti contagiati dal coronavirus è stato curato col plasma donato da persone guarite dalla sindrome Covid-19.
Il capo dell’ospedale di Wuhan è morto ieri 17 febbraio proprio a causa del coronavirus. Ne dà notizia l’Ansa, citando i media internazionali. Il direttore si chiamava Liu Zhiming, e si aggiunge alle vittime del personale sanitario; venerdì scorso 14 febbraio morire è stato un infermiere di 59 anni.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni