LA MODA IN AIUTO DELLA CINA

Le sfilate milanesi, reali e virtuali, per superare la paura del virus

La settimana della moda donna per il prossimo autunno-inverno si è aperta il 18 febbraio a Palazzo della Permanente. Lo slogan scelto per queste sfilate è stato “China, we are with you” (Cina, siamo con te, ndr) per sottolineare la vicinanza dell'Italia in questo momento di emergenza. 
Non sono infatti presenti i compratori cinesi. Per loro tutti gli eventi saranno trasmessi a distanza. 
Ci sono però due importanti eccezioni. Si è infatti deciso di affidare una delle prime sfilate di apertura al designer cinese Han Wen che vive a New York. Per sabato 22 febbraio sarà in passerella la stilista Anna Yang che è arrivata appositamente dalla Cina.
Come ha sottolineato il presidente della Camera della Moda Carlo Capasa, si sta facendo il possibile per mantenere salde sia le relazioni diplomatiche con la Cina, di cui nel 2020 ricorre il 50mo anniversario, sia quelle commerciali con un mercato che rappresenta il 30% dell'export dei nostri beni di lusso.


L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni