LE NUOVE MISURE ALLO STUDIO DEL GOVERNO

Conterranno indicazioni di carattere sanitario ed economico

Il Governo ha allo studio una bozza di nuovi provvedimenti legati alla situazione di emergenza da coronavirus. Tra questi possiamo citare:

- l'obbligo di segnalazione alla ASL e la successiva quarantena per chiunque provenga da un paese straniero contagiato o da uno dei comuni della zona rossa; I pazienti saranno presi in carico e monitorati di conseguenza;

- scuole, uffici pubblici e negozi dovranno esporre al pubblico il decalogo delle misure diffuse dal Ministero della Salute;

- gli uffici pubblici dovranno mettere a disposizione gel disinfettanti;

- le aziende di trasporto locale dovranno predisporre interventi di pulizia straordinaria dei mezzi;

- le gite scolastiche sono sospese fino al 15 marzo;

- i tamponi andranno fatti solo a chi manifesta i sintomi simili all'influenza;

- obbligo per i produttori di mascherine di comunicare, ogni giorno, alla Protezione Civile la propria capacità di produzione. Sarà poi quest'ultima a provvedere agli acquisti e decidere a chi distribuire;

- i primi provvedimenti economici dovrebbero riguardare la cassa integrazione anche per le aziende con meno di sei dipendenti e lo stop al versamento degli adempimenti fiscali e dei versamenti contributivi fino al 31 marzo per le aziende della zona rossa;

- per lavoratori autonomi e partite IVA, sempre della zona rossa, è previsto un contributo fino a 500 euro per circa tre mesi;

- allo studio norme per sostenere la liquidità delle imprese.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni