TRENO DERAGLIATO IL 6 FEBBRAIO

Lo stato dell'inchiesta

Le indagini sull'incidente avvenuto nella prima mattinata del 6 febbraio e che è costato la vita ai due macchinisti ruotano intorno al malfunzionamento di uno scambio e quindi sull'ipotesi di errore umano. Solo poche ore prima era stato al centro di un intervento di manutenzione che si riteneva concluso. La Repubblica di oggi, a questo proposito, ha pubblicato il messaggio visualizzato dai due capotreno in cui si segnalava che c'era un problema e che era stato risolto.
Due elementi sembrerebbero trovare conferma: l'impianto elettrico che permetteva di manovrare lo scambio da remoto era disattivato; lo scambio era stato lasciato “in posizione normale”.
Per il momento le ipotesi di reato sono disastro colposo, omicidio colposo e lesioni multiple.
Nessun iscritto, per ora, nel registro degli indagati.
Per la giornata del 7 febbraio i sindacati hanno proclamato 2 ore di sciopero tra le 12:00 e le 14:00.
Sospeso il servizio dell'alta velocità dato che i convogli vengono dirottati sulla vecchia linea.
Per i treni regionali si rimanda al sito www.trenord.it .
Si riapre in queste ore anche il fronte di chi segnala criticità nel sistema ferroviario lombardo e chiede interventi e controlli più urgenti.

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni