TRENO DERAGLIATO IL 6 FEBBRAIO

Lo stato dell'inchiesta

Le indagini sull'incidente avvenuto nella prima mattinata del 6 febbraio e che è costato la vita ai due macchinisti ruotano intorno al malfunzionamento di uno scambio e quindi sull'ipotesi di errore umano. Solo poche ore prima era stato al centro di un intervento di manutenzione che si riteneva concluso. La Repubblica di oggi, a questo proposito, ha pubblicato il messaggio visualizzato dai due capotreno in cui si segnalava che c'era un problema e che era stato risolto.
Due elementi sembrerebbero trovare conferma: l'impianto elettrico che permetteva di manovrare lo scambio da remoto era disattivato; lo scambio era stato lasciato “in posizione normale”.
Per il momento le ipotesi di reato sono disastro colposo, omicidio colposo e lesioni multiple.
Nessun iscritto, per ora, nel registro degli indagati.
Per la giornata del 7 febbraio i sindacati hanno proclamato 2 ore di sciopero tra le 12:00 e le 14:00.
Sospeso il servizio dell'alta velocità dato che i convogli vengono dirottati sulla vecchia linea.
Per i treni regionali si rimanda al sito www.trenord.it .
Si riapre in queste ore anche il fronte di chi segnala criticità nel sistema ferroviario lombardo e chiede interventi e controlli più urgenti.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni