VIRUS CINESE: MORTO IL MEDICO CHE LO AVEVA SCOPERTO

L'odissea del medico di Wuhan

Li Wenliang, il medico di 34 anni che per primo aveva lanciato l'allarme sul virus in Cina non ce l'ha fatta. Si è spento nella giornata del 6 febbraio dopo che, nei giorni scorsi, aveva contratto il virus.
A fine dicembre, il medico aveva notato più di un caso di malattia di tipo influenzale che ricordava la Sars del 2003. Ne aveva quindi informato i suoi colleghi attraverso una chat interna all'ospedale di Wuhan dove lavorava.
La comunicazione era finita su internet. Pronta la risposta delle autorità che lo avevano accusato di "disturbare l'ordine sociale".

Il medico era stato quindi sospeso.
Poco dopo, quando l'epidemia ha iniziato ad assumere proporzioni allarmanti era stato riabilitato. 
Al 6 febbraio il numero delle vittime è salito a 565, quello dei contagiati a 28.000.



Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni