IN CAMPANIA SI CANTA MA NIENTE PASSEGGIATE E PARTITE A CARTE

Il governatore De Luca inasprisce le sanzioni a chi non rispetta i divieti

Il sito Agenzia Italia del 12 marzo ha riportato la notizia di un sindaco campano di Puglianello (Benevento) che ha vietato le partite a carte agli anziani.
Troppo pericoloso, vista l'avanzata dei contagi, trovarsi tra amici per una bella partita.
I concittadini non l'hanno presa proprio bene ma sembra che il provvedimento funzioni.
Ha spiegato il vice-sindaco: "[...] abbiamo fatto dei controlli in giro e l'ordinanza viene rispettata.
Certo, se poi dovessero riunirsi in casa, non è che potremmo fare irruzione, ma ci fidiamo e stiamo cercando di fare il massimo per le persone più anziane. E anche altri comuni vicini, che hanno la stessa tradizione della partitella a carte, si stanno uniformando. Anche altri hanno adottato la stessa ordinanza".

Nel frattempo proseguono in Campania e in altre regioni iniziative da fare rigorosamente dal proprio domicilio per sentirsi meno soli ed esorcizzare la paura: dalle canzoni cantate sul balcone a mò di coro al suono degli strumenti musicali, dai balli alle lenzuola con su scritto andrà tutto bene.

Ed è di ieri 13 marzo la dura posizione espressa dal governatore De Luca su chiunque trasgredisca i divieti imposti per la sicurezza personale e della collettività: pene più severe, senza se e senza ma.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni