Nascosti sotto le grate e dietro gli elettrodomestici: 28 multati, locale chiuso per 5 giorni

All’interno la Polizia Locale ha arrestato un ventitreenne per possesso di stupefacenti. Sanzionate altre 29 persone tra una festa in appartamento e consumo ai tavoli di altri due esercizi pubblici

Li hanno trovati, questa notte intorno all'una, nascosti in diversi punti di un pubblico esercizio di via Chiesa Rossa: dietro gli elettrodomestici, sotto alcune grate, nei corridoi che portano alle cantine.
In totale sono state 28 le multe comminate dall’Unità Annonaria della Polizia locale di Milano ai partecipanti a una festa abusiva all’interno del locale e al proprietario per violazione delle norme anti contagio, oltre alla sospensione dell’attività per 5 giorni. Durante l’operazione, effettuata con l’ausilio di equipaggi dell’Arma dei Carabinieri per l’alto numero di persone e per procedere più velocemente all’identificazione sul posto, è stato anche tratto in arresto un uomo italiano di 23 anni per possesso di 182 grammi tra hashish e marijuana. Sempre sabato sera, intorno alle ore 22, la Polizia locale è intervenuta anche per interrompere una festa all’interno di un appartamento in via Ressi, a seguito di una segnalazione: in questo caso sono state 12 le persone sanzionate. Inoltre altri due locali sono stati chiusi per cinque giorni poiché permettevano alle persone di consumare ai tavoli: in via Castelvetro sono state multate 7 persone e 10 in un ristorante di via Valenza, il cui proprietario è stato anche denunciato per violazione dei sigilli di una precedente contestazione.
Proseguono gli interventi della Polizia locale, in collaborazione con tutte le Forze dell’Ordine e con il coordinamento della Prefettura, per far rispettare le norme in vigore e tutelare la salute dei cittadini - hanno commentato la vicesindaco e assessora alla Sicurezza Anna Scavuzzo e il comandante della Polizia locale Marco Ciacci. - I nostri agenti e ufficiali stanno facendo davvero un lavoro importante e prezioso, che non si esaurisce tra l’altro con i controlli relativi ai DPCM, come dimostra l’intervento sempre di questa notte in via Rizzoli”.

Nel corso della serata di ieri, infatti, la Polizia locale è intervenuta anche in via Rizzoli nell’area degli orti, dove sono state trovare 4 persone, tra cui un bambino di 4 anni, all’interno di una baracca costruita abusivamente. Nell’area sono state rinvenute 22 bombole di GPL, ora smaltite correttamente, e una stufa catalitica messa in sicurezza dai Vigili del Fuoco. A una delle quattro persone presenti, un uomo italiano, è stata notificata un’ordinanza di sgombero ed è stato denunciato per la costruzione abusiva e per deposito di materiali esplodenti.

Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni