Rolfi: 2 milioni per biologico e pratiche a basso impatto ambientale

Abbiamo accelerato pagamenti Psr, nel 2020 daremo ad agricoltori più di quanto preventivato”

“La Regione Lombardia, nell'ambito del Piano di sviluppo rurale, ha stanziato 2 milioni di euro per nuove domande iniziali relative alla conversione a biologico delle aziende agricole lombarde e per l'introduzione di pratiche agricole a basso impatto ambientale”. Lo ha annunciato l’assessore regionale lombardo all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi.

I fondi per le Misure 10.1 e 11
Saranno distribuiti infatti 1,5 milioni di euro a 203 aziende agricole lombarde che aderiscono per la prima volta alla Misura 10.1. Ovvero quella che promuove l’introduzione e il mantenimento di pratiche agricole a basso impatto ambientale. Proponendo quindi modelli produttivi più attenti a un uso sostenibile delle risorse. Ciò in termini di tutela della qualità delle acque e dei suoli agricoli, di salvaguardia della biodiversità e di valorizzazione del paesaggio agrario. Altri 500.000 euro, quindi, saranno destinati a 67 aziende agricole lombarde. Ovvero quelle che aderiscono per la prima volta alla Misura 11. Dedicata alla conversione e al mantenimento dei metodi di produzione biologica.

Produzioni innovative e sostenibilità ambientale

“La Regione Lombardia - ha aggiunto Rolfi - vuole quindi aiutare concretamente gli agricoltori nell’ambito delle produzioni innovative in materia di sostenibilità ambientale. L'agricoltura lombarda è infatti sempre più green e all'avanguardia. C'è, infatti, molta sensibilità, sui mercati esteri e su quello interno, sui prodotti biologici e sul basso impatto ambientale dei sistemi di produzione. Per questo la Regione vuole quindi investire ulteriormente in questo ambito e nelle aziende che hanno visione del futuro”.

Pagamenti Psr più veloci

“Abbiamo quindi velocizzato in maniera decisa - ha concluso Rolfi - i pagamenti dei fondi del Psr. Le aziende agricole ci chiedono infatti di essere rapidi, di sburocratizzare il sistema e di essere concreti soprattutto in questo periodo di difficoltà. La Regione, quindi, si è mossa in anticipo su questi obiettivi. Contiamo infatti di liquidare ancora 30 milioni di euro di quota Feasr sul Psr prima del 31 dicembre 2020 arrivando così a circa il 106% di spesa su quanto preventivato per quest’anno”.

I riparti

Di seguito i riparti dei fondi su base provinciale.

Misura Pratiche basso impatto ambientale
Bergamo – 14 aziende 74.000 euro; Brescia – 55 aziende 436.000 euro; Como – 7 aziende 27.000 euro; Cremona – 32 aziende 320.000 euro;
Lecco – 6 aziende 24.000 euro; Lodi – 25 aziende 217.000 euro; Monza e Brianza – 3 aziende 16.000 euro; Milano – 17 aziende 135.000 euro; 
Mantova – 37 aziende 215.000 euro; Sondrio – 6 aziende 10.000 euro; Varese – 1 azienda 1.200 euro; Totale 203 aziende 1.475.000 euro.
Misura sul biologico
Bergamo – 15 aziende 43.000 euro; Brescia – 24 aziende 283.000 euro; Como – 1 azienda 3.000 euro; Cremona – 3 aziende 6.000 euro; Milano – 5 aziende 60.000 euro; Mantova – 13 aziende 65.000 euro; Sondrio – 3 aziende 7.000 euro; Varese – 2 aziende 3.000 euro; Sede legale fuori regione – 1 azienda 67.000 euro;
Totale 67 aziende 533.000 euro.

gus

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni