La Grande Arte torna al Cinema con Tiziano

Il 3, 4 e 5 ottobre primo appuntamento autunnale nelle sale con “La Grande Arte al Cinema” di Nexo Digital: il docufilm Tiziano. L’impero del colore” è dedicato a uno dei pittori simbolo di Venezia e del Rinascimento

Scritto da Lucia Toso e Marco Panichella e regia di Laura Chiossone e Giulio Boato, il docufilm segue il ragazzo Tiziano Vecellio nel dipanarsi della sua lunga vita (1488/1490 –1576), da quando, all’inizio del 1500, lascia boschi e montagne del Dogado, per vivere e imparare a dipingere nella splendida Venezia dell'epoca.  Artista tra i migliori, e non solo del suo tempo, e geniale imprenditore di se stesso, innovativo nella composizione di un’opera e altrettanto nel saperla vendere, Tiziano diventa in pochi anni pittore ufficiale della Serenissima e sommo artista, ricercato dalle più ricche e famose corti d’Europa. Da Ferrara a Urbino, da Mantova a Roma fino alla Spagna di Carlo V e di suo figlio Filippo II. 

In Tiziano. L’impero del colore, ci accostiamo alla vita e allo stile dell’artista, il suo temperamento, le sue ambizioni, in cui egli segue il suo motto: “l’arte è più potente della natura” e  mai dimentica la sua origine trentina. Coprotagonista è Venezia in tutto il suo fascino, che per il pittore rimarrà per sempre da un lato la fucina, in cui accogliere viaggiatori e suggestioni da tutto il mondo, e dall'altro la base operativa, da cui partire per conquistare altri luoghi e persone e creare un “impero del colore”.  Ritrattista di immediata potenza espressiva, ma anche grande interprete di religione e mitologia, Tiziano attraversa il secolo illuminandolo con i suoi dipinti e ispirando artisti delle epoche successive, fino a dialogare con i contemporanei,  tra cui Jeff Koons, che illustra gli elementi che lo affascinano e accomunano, dopo oltre quattrocento anni, al rivoluzionario pittore. Impossibile elencare, e ce ne scusiamo, la carrellata di esperti, critici, studiosi e artisti internazionali che si alternano, a raccontare e inquadrare il pittore con tante e interessanti informazioni e osservazioni, ma nel docufilm incontriamo anche (interpretati da attori) i personaggi e gli affetti della sua intensa esistenza: dal duca di Ferrara Alfonso I al poeta Pietro Aretino, “rockstar” del Rinascimento, dalla mecenate marchesa di Mantova a Isabella d’Este, dall’imperatore Carlo V al papa Paolo III, al re di Spagna, Filippo II e al celebre “rivale”, Jacopo Tintoretto; e ancora la moglie Cecilia e la figlia Lavinia, amatissime entrambe, senza dimenticare le donne, tanto importanti, stimate e ritratte da Tiziano in tutta la loro bellezza. 

Grazia De Benedetti

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni