LA REALTÀ VISTA DALL'OBBIETTIVO

Mostra fotografica di Gianni Berengo Gardin

Con il graduale ritorno alla normalità, anche la cultura si sta riappropriando dei propri spazi e dei visitatori. E allora, pur con le dovute precauzioni, vale la pena iniziare a visitare le mostre fotografiche che ci restituiscono la realtà vista dall'obbiettivo di  importanti fotografi.


Gianni Berengo Gardin: Come in uno specchio

Aperta fino al 02 agosto presso lo Spazio Forma,  in via Meravigli 3 - Orario visite: da mercoledì a domenica dalle 11:00 alle 20:00 prenotando sul sito http://www.formafoto.it

Biglietto 6,50€

La mostra è stata organizzata per celebrare il 90mo compleanno del fotografo, nato a Santa Margherita Ligure (GE) nel 1930, e offre una sintesi dei suoi temi più cari che hanno accompagnato la storia del nostro paese dal dopoguerra a oggi.

Nei suoi scatti, tutti in un rigoroso bianco e nero, rivivono la curiosità verso le persone di ogni condizione sociale, oltre ai temi legati all'architettura e all'ambiente.

Di particolare impatto sono, a questo proposito, gli scatti che oppongono le strette calli di Venezia alle grandi navi da crociera.

Il titolo della mostra, che rimanda allo specchio, fa da filo conduttore ad alcuni ritratti.

Ecco quindi l'immagine scattata a bordo di un vaporetto dove si incrociano i visi e gli sguardi dei passeggeri visti in un gioco di interno-esterno regalato dai finestrini.

O ancora i passeggeri di un treno colti tra sonno e sguardo indagatore verso il clic della macchina fotografica.

In uno scatto lo specchio è persino il protagonista della foto, mentre ritrae un suonatore di violino all'interno di un campo rom.

In un'altra occasione sono la realtà e la scelta del momento giusto a fare la differenza e regalare una visione inedita della realtà. Succede per una fotografia scattata all'interno di un convento in Toscana in cui si alternano arte e realtà.

Per l'occasione, gli scatti sono accompagnati dalle didascalie di personalità dell'arte e della cultura che Gardin ha conosciuto e di cui è diventato amico.

Antonella Di Vincenzo


Come si dice SCUOLA?

di Renata Freccero

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

EUCRAZIA - Il buon Governo

di Pietro Giuliano Pozzati
EDB Edizioni