Triennale Milano

GLI APPUNTAMENTI FINO AL 18 GENNAIO









15 gennaio


10.00
Altre 15 architetture italiane

Il convegno, a cura di Matteo Ghidoni, Enrico Molteni e Vittorio Pizzigoni, prevede la presentazione di 15 opere di architettura costruite o in corso di realizzazione, da parte di altrettanti studi emergenti. Sarà dato spazio alle ricerche più recenti offrendo una lettura approfondita dei processi e delle condizioni operative dei professionisti e un dibattito sullo stato dell'architettura italiana. Interventi di: NM3, Supervoid, Parasite 2.0, (ab)Normal, Fondamenta, Associates Architecture, casatbuonsante architects, AMAA, BEST, Vitali Studio, fondaco studio, Armature Globale, WAR, Alessandro Bava, Studio Ossidiana.


15.30
Laboratorio per bambini | Coppie di design
Indicato per bambini dai 5 ai 10 anni
Durata: 90’
Prenotazioni: visiteguidate@triennale.org (specificando numero e età dei bambini partecipanti e numero degli adulti accompagnatori)
Costo: 10 euro (bambino), 8,50 euro (adulto, massimo un adulto per bambino) – incluso biglietto per il Museo del Design Italiano. Biglietti presso la biglietteria di Triennale Milano.

Un laboratorio dedicato ai più piccoli pensato per far interagire i bambini con il mondo del design. Dopo una visita al Museo del Design Italiano, caratterizzato da moltissimi oggetti di diversi colori e forme, i bambini sono invitati a partecipare a un gioco di memoria. Una versione rivisitata del classico gioco delle card da accoppiare, con un'attenzione particolare al mondo del progetto e con speciali e nuove regole.


16 gennaio


15.30
Laboratorio per bambini | Leporelli architettonici

Indicato per bambini dai 6 ai 10 anni
Durata: 90’
Prenotazioni: visiteguidate@triennale.org (specificando numero e età dei bambini partecipanti e numero degli adulti accompagnatori)
Costo: 12 euro (bambino), 10 euro (adulto, massimo un adulto per bambino) – incluso biglietto della mostra Saul Steinberg Milano New York. Biglietti presso la biglietteria di Triennale Milano.

Dalle finestre delle case in cui ha abitato a Milano o a New York, Saul Steinberg ha osservato molto attentamente le città, la gente che ci vive, le case e i palazzi che le popolano. Il leporello (una lunga striscia di carta piegata a fisarmonica) è il supporto perfetto per disegnarne di nuove, tutte appoggiate a una sola semplice linea orizzontale. Unendo insieme i leporelli, i bambini creeranno lo skyline infinito della loro città dei sogni.





CASA LANA, LE MOSTRE E IL MUSEO DEL DESIGN ITALIANO


Casa Lana di Ettore Sottssas
Permanente
Riallestimento: Luca Cipelletti
Art direction: Christoph Radl
Ingresso libero

Dopo la grande mostra monografica del 2017 Ettore Sottsass. There is a Planet, Triennale Milano inaugura Sala Sottsass, al primo piano del Palazzo dell'Arte. Sala Sottsass accoglie la ricostruzione e l’allestimento permanente di un interno di una residenza privata, Casa Lana, progettata da Ettore Sottsass intorno alla metà degli anni Sessanta a Milano e da oggi accessibile al pubblico grazie alla donazione di Barbara Radice Sottsass.
Intorno all’allestimento permanente di Casa Lana sono previste mostre ed eventi che mettano in luce diversi aspetti del lavoro e del pensiero del maestro.
A fianco del ciclo espositivo, una serie di donazioni mirate diventerà il nucleo di un importante fondo dell'architetto Ettore Sottsass all'interno della collezione permanente di Triennale Milano.


Giovanni Gastel
The People I Like
A cura di: Uberto Frigerio
Progetto di allestimento: Lissoni Associati
Prodotta da: Image Service in collaborazione con il MAXXI

I gioielli della fantasia
In collaborazione con: Museo di Fotografia Contemporanea
Fino al 13 marzo 2022
Biglietto per entrambe le mostre: 8 euro / ridotto 6,5 euro 

The People I Like presenta oltre 200 ritratti che sono la testimonianza dell'immensa varietà d’incontri che ha caratterizzato la lunga carriera di Giovanni Gastel. Un labirinto di volti, pose, sogni di personaggi del mondo della cultura, del design, dell’arte, della moda, della musica, dello spettacolo, della politica. Un ritratto collettivo di anime, incontrate nel corso di una carriera quarantennale. In parallelo, I gioielli della fantasia espone come un prezioso castone, per usare un termine desunto dall’oreficeria, uno dei primi lavori che ha dato a Gastel la notorietà internazionale. Sono esposte 20 immagini di un più ampio progetto commissionato all’autore da Daniel Swarovski Corporation nel 1991 per l’omonimo libro, tradotto in quattro lingue, e la mostra di gioielli del XX secolo, entrambi curati da Deanna Farneti Cera.

Saul Steinberg Milano New York
Un progetto di: Triennale Milano e Electa
A cura di: Italo Lupi e Marco Belpoliti con Francesca Pellicciari
Allestimento: Italo Lupi, Ico Migliore, Mara Servetto con Migliore+Servetto Architects
Fino al 13 marzo 2022
Biglietto: 12 euro / ridotto 10 euro

Triennale Milano e Electa dedicano un’attesissima mostra a Saul Steinberg (1914-1999): un omaggio che Milano doveva al grande artista, che ha dedicato molte delle sue opere di tagliente intelligenza alla città in cui ha soggiornato negli anni di formazione. Un'esposizione ricca di disegni a matita, a penna, a pastello; opere realizzate con timbri e ad acquerello, maschere di carta, oggetti/sculture, stoffe, collages, a documentare la intensa e multiforme attività artistica di Steinberg. Ad accompagnare le opere, un'ampia selezione di apparati documentali e fotografici, utili per una più attenta comprensione della vita dell'artista, nonché una selezione accurata di riviste e libri originali, che – a partire dalle famose copertine del “The New Yorker'' – hanno accolto alcuni dei contributi più significativi di Steinberg.


Raymond Depardon
La vita moderna
Con la complicità di: Jean-Michel Alberola
Scenografia: Théa Alberola
Nell’ambito del partenariato: Triennale Milano / Fondation Cartier pour l’art contemporain
Fino al 10 aprile 2022
Biglietto: 12 euro / ridotto 10 euro

Triennale Milano e Fondation Cartier pour l’art contemporain presentano La vita moderna, esposizione personale del fotografo e cineasta francese Raymond Depardon. Riunendo trecento fotografie e due film, La vita moderna è la più grande mostra mai realizzata dell’artista che, dagli anni Settanta, ha rinnovato profondamente il mondo dell’immagine contemporanea. Specificamente creata per Milano, la mostra rivela, attraverso molte tra le sue serie più emblematiche, quanto l’Italia abiti il suo lavoro.


Il mestiere di grafico – oggi
In collaborazione con: AIAP – Associazione italiana design della comunicazione visiva
A cura di: Marco Tortoioli Ricci
Fino al 23 gennaio 2022
Ingresso libero

Una mostra/laboratorio che intende indagare la natura del mestiere del grafico in chiave contemporanea. Il progetto nasce dal ciclo di talk tenuti da luglio a settembre 2021 nell’ambito di Triennale Estate. Gli incontri, concepiti come laboratorio di preparazione, sono serviti a introdurre una serie di tematiche – Formazione e Progetto, Impresa e Progetto, La grafica artigiana, La grafica programmata – attraverso esempi pratici e militanti offerti dai relatori coinvolti. In mostra 90 progetti con l’obiettivo di indagare la contemporaneità del mestiere di grafico in Italia per far emergere non solo i contenuti e il linguaggio visuale che caratterizza la produzione grafica di giovani di talento, ma anche le difficoltà amministrative e fiscali nell’organizzarsi per sostenersi e continuare a fare sperimentazione.


Metafore. Roberto Capucci: meraviglie della forma
A cura di: Gian Luca Bauzano
In collaborazione con: Fondazione Roberto Capucci e Rometti
Coordinamento progetto: Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte
Fino al 9 gennaio 2022
Ingresso libero

Triennale Milano e Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte proseguono con la loro collaborazione annuale, finalizzata a presentare nello spazio della Quadreria il ciclo di mostre Mestieri d’Arte & Design. Crafts Culture: quattro esposizioni che propongono un punto di vista inedito sulle arti applicate contemporanee.  Dopo Mirabilia, Vitrea e Fittile, viene presentata l’esposizione Metafore. Roberto Capucci: meraviglie della forma che racconta e mette in scena l’opera di uno dei grandi protagonisti della moda italiana, artefice e artigiano già giustamente celebrato, con uno sguardo speciale e inedito. 


Museo del Design Italiano
Collezione permanente
Ingresso 10 euro / ridotto 8,50 euro

Il Museo del Design Italiano ospita una selezione dei pezzi più iconici e rappresentativi del design italiano dal 1946 al 1981, parte dei 1.600 oggetti della Collezione Permanente del Design Italiano di Triennale Milano, organizzati in ordine cronologico e accompagnati da un ricco apparato di testi e approfondimenti su poetica e contesto in cui le opere sono state progettate. Attraverso materiali grafici e fotografici, molto spesso inediti, provenienti dagli Archivi di Triennale Milano è inoltre evidenziato il ruolo centrale che Triennale, con le sue mostre storiche e le Esposizioni Internazionali, ha avuto nella definizione e nella messa in scena del design italiano.

Triennale Milano
viale Alemagna 6 - 20121 Milano

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni