Con Auchan, la SuperConad all'assalto di Esselunga

A differenza di grandi operazioni di aggregazione che producono un'ampia letteratura giornalistica, c'è un'acquisizione di grande livello che è stata annunciata nei giorni scorsi e che è stata raccontata su qualche pagina economica. È la conquista da parte di Conad della rete italiana di Auchan. 
Vediamo di che cosa si tratta. Conad è una cooperativa (in realtà sette diverse cooperative territoriali) in cui i soci sono i 3.000 proprietari dei singoli supermercati e negozi. In tutto, con varietà di dimensioni e marchi, si tratta di 3.150 punti vendita sparsi in tutta Italia, ma con una debolezza geografica in Piemonte e Lombardia. Il totale del fatturato al dettaglio è di 13,4 miliardi.
La rete italiana di Auchan è composta da 46 ipermercati (che non vanno benissimo in quanto a vendite) che si sviluppano su 400.000 metri quadrati, 278 supermercati e altri circa 1.250 punti vendita. Restano esclusi dalla vendita 33 supermercati in Sicilia e 50 negozi con il brand Lillapois. Fatturato dei punti vendita oggetto di cessione: 3,6 miliardi. Per cui la nuova realtà, che balzerà al primo posto del settore in Italia (davanti alla Coop), avrà un fatturato di 17 miliardi.
Un discorso a parte riguarda la Lombardia, dove Conad è debole e Auchan è ben dietro Esselunga. L'Integrazione Conad-Auchan potrebbe essere il primo passo per cercare di conquistare quote di mercato al leader indiscusso: Esselunga, sul cui futuro questa rubrica si è soffermata un paio di mesi fa. Sarà guerra, a suon di sconti e premi per le famiglie clienti, si spera.

di Folco Portinari*



 Banchiere fiorentino del XIII secolo. Padre di Beatrice, musa ispiratrice di Dante Alighieri