Una figlia dell'Europa alla guida della Commissione

di Folco Portinari*

Il presidente della Commissione dell'Unione europea, la figura più importante tra le istituzioni comunitarie, viene deciso dal vertice tra i capi di Stato e di Governo dei Paesi membri dell'Unione. Il nome di Ursula Von Der Leyen (nata Albrecht) è emerso non senza colpi di scena quando i veti incrociati dovuti ai risultati delle euroelezioni hanno impedito a uno dei candidati ufficiali delle grandi famiglie politiche europee di avere la meglio.

Una figura insolita, quella di Ursula. Di famiglia borghese, alta borghesia. Il padre Ernest è stato governatore della Bassa Sassonia 40 anni fa. Aristocratica per matrimonio (Heiko, imprenditore e medico). Lei, 60 anni, eleganza non comune curata da una immagine attenta ma non opulenta, ha una storia moderna. È senz'altro una figlia dell'Europa, della Unione Europea, cioè. Prima di darsi alla politica il padre lavorava a Bruxelles alla Commissione. E come tutti i figli dei funzionari europei è quindi cresciuta poliglotta (francese e inglese fluenti, oltre alla lingua madre). E questo è un bel vantaggio. Il padre Albrecht aveva il sogno (non segreto): diventare Cancelliere nella sua Germania. Stessa ambizione della figlia, è probabile, che dopo studi in archeologia, economia e medicina con specializzazione in ginecologia, si dà alla politica. È stata ministra del Lavoro, della Famiglia e, da ultimo, della Difesa. Ha sette - ben sette - figli, da 32 ai 20 anni di età. Gemelli inclusi.

Una figura insolita, appunto. Con una caratteristica: carattere d'acciaio. Ne avrà bisogno, e forse dovrà ancor più temprarlo, vista la scommessa che la attende: gestire una Presidenza che ha ricevuto una maggioranza risicata dall'Europarlemento e per di più in una legislatura decisiva per il futuro della Ue. Brexit, allargamento ai Balcani Occidentali e forze populiste-sovraniste-antieuropee in agguato perenne. Avrà il suo bel daffare. In bocca al lupo.



*Banchiere fiorentino del XIII secolo. Padre di Beatrice, musa ispiratrice di Dante Alighieri


L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni