Alla fine incontrerai un castello- da venerare

Federica Gullotta

Alla fine incontrerai un castello- da venerare

Non potrai entrare perché è solo per bambini

Apri la bocca e sei finito; puoi essere bambino

                                                    [nella forma

ma è la mente che conta


Non potrai bere né birra né vino

lungo i viali vedrai bottiglie e lattine vuote

chi è venuto prima di te

poteva bere


Non desidererai nulla, non avrai bisogno di

                                             [materie scure

o bianche,

alcune coppie ti passeranno accanto ma ignorerai

che abbiano dei figli


Una avrà il rossetto come la tua casa quella notte,

sentirai puzza di sigaretta, il verde del profumo


Crederai nel possesso


Avrai fame,

Non soffrirai la fame, finché avrai denaro


Non capirai perché chiamare portici

archi di plastica e cemento,

Non capirai perché amare la storia

che non ti sta aiutando affatto


Vedrai allontanarsi sempre di più la dolcezza

non ne sarai stupito

non sarai abbattuto

vorrai altro che la dolcezza


come armi fredde per riscattarti,

e hai già meno voglia di colpire


Vorrai essere ad un certo punto quello che non sa

vorrai chiedere scusa e punto


Non vorrai vedere più