MATTEO RENZI, IN UN'INTERVISTA: LA DURATA DEL GOVERNO E DEL PREMIER

Il numero uno di Italia Viva è sicuro che la legislatura durerà fino al 2023, con o senza Conte

In un'intervista concessa al quotidiano ‘Il Messaggero’, Matteo Renzi ha espresso il suo pensiero sul governo Conte Bis, asserendo che, secondo lui, la legislatura durerà fino al 2023, con la possibilità però di una sostituzione dell’attuale presidente del Consiglio.

"Questo governo - ha dichiarato - è nato in emergenza per rispondere allo strappo leghista. Con le elezioni anticipate avremmo avuto l’aumento dell’Iva, i pieni poteri a Salvini, un capo dello Stato No Euro e tensioni sui mercati”.
 “Con il blitz di agosto - ha poi precisato - abbiamo eliminato in un colpo solo tutti questi rischi: rivendico l’operazione di igiene istituzionale che abbiamo fatto. Ora abbiamo due obiettivi: eleggere un Presidente della Repubblica garante dell’Italia in Europa nel 2022 e utilizzare questo periodo di calma sui mercati per ridurre il costo degli interessi sul debito.Se qualcuno vuole andare a votare prima, magari per replicare il brillante risultato dell’Umbria, non ha che da dirlo. Basta che poi ciascuno si prenda le proprie responsabilità. Noi siamo per andare avanti, gli altri ci faranno sapere”.

Conte continuerà ad essere premier? 

“Dipende da come funziona il governo, non da me - ha precisato il fondatore di Italia Viva.  - Niente di personale: a me sta a cuore l’Italia, non il futuro dell’avvocato Conte. Conte è stato il premier di una maggioranza che ha azzerato la crescita in Italia e, per una serie di circostanze, si ritrova premier anche della maggioranza alternativa. Qualcuno degli alleati, che confonde i sondaggi con la politica, lo immagina addirittura candidato leader alle prossime elezioni. Tutto assolutamente legittimo. Io ragiono diversamente.  L’unica mia preoccupazione è che l’Italia vada avanti, che le tasse non aumentino, che il Paese si rialzi. Spero che Conte lavori bene, faccio il tifo per lui e gli do una mano, oggi, senza farmi film su domani. Che cosa abbia in testa Conte per il suo futuro mi è indifferente. Basta che ora pensi a lavorare per il bene dell’Italia. La legislatura durerà fino al 2023, sicuramente.  L’alleanza tra Italia Viva e il Movimento 5 Stelle mi costa molto, perché negarlo? Mi costa molto a livello personale ma, se rompessimo, agli italiani costerebbe molto di più”.