CREMA PASSA AL PALAGIORDANI

Milano non demerita ma si arrende di un soffio 53-55

Il Ponte Casa d’Aste gioca un’ottima gara,  senza paura, contro Crema e sfiora ancora la grande impresa. Alla fine  vince Crema 55-53 ma il Sanga non demerita e recrimina per aver dovuto  rinunciare a Guarneri, fin lì dominante con 4 punti e 9 rimbalzi, dopo  10 minuti di gara per un infortunio muscolare.
Parte bene il Sanga con 
un 5-1 firmato Beretta e Carrara. Crema si affida a Melchiori e alle sue  lunghe per rispondere. Milano attacca bene e con Toffali, 2 appoggi da  sotto, e Guarneri prova la mini fuga, 13-8. Crema paziente rientra e non  demorde. Carrara e Beretta ben innescate da Quaroni fanno chiudere le  Orange avanti la prima frazione. Nel secondo quarto Melchiori fa la voce  grossa da 3 due volte, le risponde sempre Beretta e nessuna delle due  squadre riesce a scappare. Si difende bene e si corre molto, Milano vola  anche sul 23-16, ripresa però da Caccialanza da 3 e dai liberi di Cerri  e Zelnyte. Il ritmo alto non pregiudica lo spettacolo e a 1’40” le  ospiti trovano il sorpasso con Melchiori, 31-29. Rimedia parzialmente  dalla lunetta Lussana con 1 su 2 e su va alla pausa lunga con Crema  avanti 31-30. Le ospiti ripartono meglio e volano a più 7, Toffali da 3  e dalla lunetta tiene lì Sanga. 
Capoferri e Caccialanza vogliono dare lo strappo alla gara, coach  Pinotti alterna in regia Quaroni e Lussana e con le ottime difese di  Carrara e Trianti ricuce lo strappo. Le ospiti vanno anche a +10, 40-50  e 43-53, con la calma e sangue freddo il quintetto di Pinotti rientra e  riesce a chiudere a ridosso alla penultima sirena. Nell’ultimo quarto  nessuno si risparmia e nessuna squadra prende il largo, Iuliano e  compagne tengono sempre il pallino del gioco, le Orange, indomite,  rimangono incollate alla gara e con Quaroni da 3 hanno la palla del 55  pari. Il canestro sputa la sua conclusione, Zagni fallisce anche lei da  3 e con meno di 2 minuti sul cronometro Crema è avanti 52-49. Il tempo  scorre veloce e gli ultimi possessi premiano le cremasche che chiudono 55-53 nonostante Milano abbia 20? a disposizione per pareggiare o  vincere. La difesa biancoblu tiene, sporca ogni passaggio e festeggia  una buona vittoria.  Per il Ponte Casa d’Aste ancora una grande gara al  cospetto di una delle prime formazioni della classifica e vittoria che  sfugge per un soffio.
Prossima sfida in trasferta a Mantova.

Coach Pinotti - “Ancora una grande gara ma come con Alpo e Moncalieri non  siamo riusciti ad avere lo scalpo di una grande. A mio avviso abbiamo  giocato meglio di loro e sprecato anche qualche buona occasione. A volte  la panchina ci deve dare di più, adesso dobbiamo cambiare marcia e dare  una svolta al campionato, siamo ancora settime ma dobbiamo e possiamo  fare meglio”.

Ufficio Stampa Sanga Basket 1999-2019

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

L'angelo degli abbandoni

di Giorgio Casalone
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni

STIRPE DI DONNE

di Albertina Fancetti
EDB Edizioni