Cerca

Cerca i contenuti nel sito:

Cantiere Lavori M4 Via Lorenteggio civico 27 (MI)

In occasione dei lavori per la metropolitana M4, pur comprendendone perfettamente la logica e immaginando il risultato finale in termini di progresso e di prestigio, restiamo perplessi non solo per i disagi relativi alla viabilità, la drammatica riduzione del lavoro per molti negozianti, gli espropri
di cantine e box, ora dobbiamo convivere anche con la paura che qualche disinformato usi la trivella con tanta superficialità da entrare in un box privato del condominio di via Lorenteggio 27.

Municipalità. Cosa siano chi lo sa?

Sul Corriere del 29/1 (L’Elezione si vince al campo giochi), Marco Garzonio sceglie il Parco Solari in Zona 6, come banco di prova della “buona amministrazione”, auspicando che gli aspiranti sindaci facciano un sopralluogo, poiché è uno spaccato in cui sono concentrati alcuni problemi che elenca puntualmente: vandali che hanno messo fuori uso la parte più consistente dei giochi; transenne che chiudono la piramide di corda resa inutilizzabile e alcune pezze rendono semiagibile la barca dei pirati imbrattata di scritte, moto e motorini parcheggiano nei vialetti attorno alla piscina in quanto non ammessi da un divieto all’interno del recinto dell’impianto, lavori per la M4 che hanno eliminato il passaggio pedonale via Dezza/parco e reso pericoloso l’attraversamento al semaforo, la storica edicola all’inizio di via Foppa doveva trovare posto nel parco per fare spazio ai lavori del metrò ma non ha ancora sistemazione adeguata. Tutto ciò, auspicando che «gli obiettivi, che si promettono in campagna elettorale, siano corredati da misure che vincolino l’Amministrazione e assicurino scadenze praticabili, indicando mezzi, tempi, procedure, controlli, informazioni da dare ai cittadini, magari da discutere con loro, rendendo credibile la politica e realizzando la riconciliazione con i cittadini. Questa sarebbe l’autentica fruttuosa novità del voto 2016, se avvenisse.

Cantieri M4

Argonne Lomellina non si attraversa più, in Cavriana si rischia