UN' OCCASIONE SPRECATA

Al Meazza Inter e Parma si fermano sul 2 a 2

Quella di oggi è stata per la squadra di casa un'occasione perduta, potevano salire forse solo per un giorno in testa alla classica, invece sono rimaste dietro alla Juventus. Avevano iniziato bene, sono andati in vantaggio con Candreva, ma si fa raggiungere e dopo superare con i gol di Karamoh e Gervinho e solo nella ripresa raggiunge il Parma  con la rete di Lukaku.
È stata una gara affrontata a viso aperto da entrambe le squadre che sono state in grado di creare varie occasioni. L'Inter mantiene alto il possesso palla ma la squadra di D'Aversa diventa pericolosa con i suoi veloci  contropiedi e si notano alcune difficoltà nella difesa dei milanesi. Al 23' gli uomini di Conte trovano però il vantaggio: Candreva segna il classico gol dell'ex con un tiro da fuori area che grazie a una doppia deviazione di due difensori ducali finisce alle spalle di Sepe. La reazione degli ospiti si fa subito sentire, e in sette minuti il risultato cambia. L'Inter subisce due gol a causa di due errori della difesa, un retropassaggio sbagliato sfruttato da Karamoh e ancora Karamoh.
Errori della retroguardia interista:
al 26' Brozovic sbaglia il retropassaggio e serve l'ex di turno Karamoh, che salta il marcatore diretto e con un bel tiro a giro batte Handanovic.
E ancora Karamoh con un perfetto lancio mette Gervinho in condizione di segnare. L'Inter reagisce ma non conclude, solo alla fine. L'Inter fatica a reagire, solo nel finale Lautaro Martinez si fa vedere dalle parti di Sepe con un colpo di testa. All'inizio ripresa l'Inter raddoppia l'intensità e aggredisce gli emiliani. Al 51' arriva il pareggio: Lukaku insacca su assist di Candreva, Chiffi convalida ma chiede il parere del Var, che conferma la sua decisione. 

Il Parma avanza il baricentro alla ricerca della vittoria. Conte inserisce prima il giovane Esposito, che debutta in serie A, esce Martinez. Poi Poltano per Gagliardini.
Alla fine il forcing finale dell'Inter ma rimane il 2 a 2.